Lisboa espacoX

Portogallo: la Corte d'appello di Lisbona stabilisce che le autorità sanitarie non hanno "il potere o la legittimità di privare qualcuno della propria libertà"; Dubbi sull'affidabilità dei test PCR

ERBN 20 novembre 2020
ERBN - Publico, un quotidiano mainstream portoghese, ha confermato che la Corte d'appello di Lisbona ha di fatto stabilito che la detenzione di chiunque da parte delle autorità sanitarie è illegale in Portogallo. La sentenza è arrivata dopo che 4 turisti tedeschi sono stati costretti a rimanere nelle loro stanze d'albergo all'arrivo nel paese ad agosto, perché presumibilmente 1 dei turisti è risultato positivo al COVID-19.
“In considerazione della Costituzione e della Legge, le autorità sanitarie non hanno il potere o la legittimità di privare nessuno della propria libertà - anche se sotto l'etichetta di 'reclusione' [o quarantena], che di fatto è una forma di detenzione - poiché tale una decisione può essere determinata o convalidata solo da un'autorità giudiziaria. Il potere di convalidare tale privazione della libertà è conferito esclusivamente al ramo giudiziario autonomo ", ha spiegato la sentenza della corte.
I magistrati del tribunale che hanno firmato la sentenza si sono spinti oltre e hanno affermato che qualsiasi persona o ente che emette un ordine di privazione della libertà fisica, indipendentemente dal chiamarlo misure di reclusione, isolamento, quarantena o profilassi "non è supportato" da disposizioni di legge. In particolare, le disposizioni dell'articolo 27 della Costituzione portoghese. Qualsiasi persona o entità di questo tipo "eseguirà una detenzione illegale perché sarà stata ordinata da un'entità incompetente e perché è motivata da un fatto per il quale la legge non lo consente".
Il tribunale di Lisbona non ritiene la cosiddetta "pandemia" un motivo valido per togliere la libertà delle persone, sia ai cittadini portoghesi che agli stranieri.
Publico ha anche confermato che la stessa corte ha affermato che un test PCR non sembra essere un modo affidabile per confermare un'infezione da SARS-CoV-2.
I giudici Margarida Ramos de Almeida e Ana Paramés hanno scritto che "alla luce delle attuali prove scientifiche, questo test è, di per sé, incapace di determinare, oltre ogni ragionevole dubbio, se un 'risultato positivo' corrisponda, di fatto, a un [SARS- CoV-2] in una persona. "
La sentenza, firmata dai 2 giudici, fa parte delle cause intentate dai 4 turisti tedeschi.
Condividi questo contenuto.
Fonte:  
Tribunal diz que quarentena de turistas nos Açores foi “detenção ilegal”,  17 de Novembro de 2020

https://www.publico.pt/2020/11/17/sociedade/noticia/tribunal-quarentena-turistas-acores-detencao-ilegal-1939500

Trovato sul seguente articolo: 
Portugal: Lisbon Court of Appeal Rules that Health Authorities Have No “Power or Legitimacy to Deprive Anyone of Their Freedom”; Doubts Reliability of PCR Tests
 
Traduzione in italiano e ricerche alla cura di Lorella Binaghi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

Aggiungi commento